Le parole nascondono sempre significati, molti dietro la rappresentazione di alcune di esse tendono a rappresentare la propria vita, altri invece si nascondono dietro ad esse. Perché scegliamo delle parole invece di altre, perché tendiamo a rappresentarci con quelle parole e non con altre?

In fondo, se noi tutti fossimo attenti alle parole sia dette che scritte, la smetteremmo di interpretare, lasceremo che le stesse abbiamo quel significato, quella rappresentazione che suscitano in modo non personale. Il bello è che da un lato  immaginiamo che la nostra versione rispetto alle parole e rispetto alle scritture sia quella più vera, più vicina al puro significato., ti sei mai chiesto… come mai? Semplicemente perché è la nostra versione.

COSA VUOL DIRE TRA FILOSOFIA E COACHING?

L’essere umano si è sempre diviso tra quello che spera e quello che effettivamente fa. Non sempre mette in atto quello che desidera, si ritrova scontento a fare quello che è “costretto” per sopravvivere, mentre spera che qualcuno lo venga a salvare, che lo tiri fuori una volta e per sempre dal posto dove vive. Chi può salvare le persone da se stesse? Io credo che le persone possano essere salvate dai propri pensieri e dalle proprie azioni. Questo è uno dei significati del connubio che contraddistingue la mia linea di pensiero,“tra filosofia e coaching”

  • La filosofia rappresenta l’interesse verso la conoscenza di se stessi, il progredire, la riflessione,  rivolta  all’uso della ragione, affinchè tutte le nostre azioni siano motivate da un senso più profondo, senza cadere in una routine debilitante che porta a tristi abitudini ed alla morte dell’anima. Perché facciamo quello che facciamo?,  è più importante del “fare”, fare tanto, in maniera generale, senza uno disegno più grande non si saprà mai dove stiamo andando e cosa realmente stiamo facendo per noi. La filosofia in questo caso è la continua conoscenza di se stessi.
  • IL COACHING  è ciò che anticipa la pratica, il mettere in atto, è la pianificazione di tutte quelle azioni che delineano la strada del nostro cammino. E’ la trasformazione che accende l’azione, è il movimento che ci sposta da dove eravamo per andare dove vogliamo andare. E’ anche la strategia, la programmazione di tutte quelle cose da fare e attuare per raggiungere ciò che siamo predisposti a fare. Il coaching è costruire la propria strada cominciando ad essere ciò che vorremmo divenire.

Che effetto questa “teoria” ha sulla “comunicazione”? ?

Il cambio di osservazione è fondamentale per attivare il cambiamento, la trasformazione, io la chiamerei evoluzione, in quanto i pensieri hanno bisogno di un punto di vista diverso per permettere una nuova visione che conduca al miglioramento. Se i miei esempi non mi stimolano, probabilmente resterò sempre nel luogo dove mi sono incatenato da solo. Se non elevo la mia concezione non potrò mai approdare ad una conoscenza di me più alta e capire la mia strada. In fondo cosa è progredire se non conoscere e riconoscere se stessi ed attivarsi per ciò che siamo veramente, per ciò che siamo predisposti ad essere? Tra filososfia  è coaching è un po come dire tra pensiero e azione, tra teoria è organizzarsi per agire, non ci può essere miglioramento solo con il pensiero come non è detto che mille azioni ci rendono migliori. Dobbiamo prima conoscere cosa fare e poi fare del nostro meglio. Queste due parole, combinate sviluppano la mia metodologia, sono cardini dove ruota secondo me l’evoluzione di chi vuole raggiungere una più alta forma di essere e per questo raggiungere attraverso la propria crescita individuale ciò che si vuole.

L’essere umano, ogni essere umano è mosso da esempi, da ispirazioni, da leader, da volontà che hanno un significato più alto. Vorrei che le persone riscoprissero dentro di se un motivo, un motore più potente di quello che osservano fuori. Io sono convinto che ognuno ha in se stesso tutte le armi per emergere, per trovare soluzioni e per raggiungere la propria meta. Credo che attraverso la crescita individuale le persona possano migliorare in ogni ambito della vita. Ciò che accade dipende ed è dipeso da noi con le azioni che abbiamo fatto in passato viviamo oggi questo presente. Quindi , la domanda è , come hai seminato? Come vivi la tua vita oggi? .

A CHI TI RIVOLGI?

MI sono sempre rivolto alle persone che vogliono raggiungere un livello più alto di comprensione e di se stessi. Mi confronto con quelle persone o aziende che possono azzardare ad essere ancor di più di quelle che sono. Lavoro con chi non ha paura di azzardare, con chi riconosce che il potere individuale non ha nulla a che vedere con i soldi., la fama o il successo. Anzi il tuo potere individuale ti fa essere più forte di quello che rappresenti e di quello che possiedi; E’ la leva che ti permette di essere ricco!. Le persone più influenti sulla terra sono quelle che hanno fatto del proprio pensiero la propria missione di vita, sono quelle che hanno messo il proprio scopo la propria ragione di vita davanti ad ogni cosa. Solo coloro che posseggono qualcosa in più dentro di se avranno la capacità di non demordere e raggiungere un disegno più alto della propria esistenza.

Le persone dovrebbero comprendere che solo attraverso la comprensione di quello che accade e da una diversa prospettiva possono essere attuate quelle azioni che conducono a risultati strabilianti. Pensare in maniera nuova e da una diversa prospettiva comporta nuovi pensieri e nuovi risultati.

Che tu sia un milionario o un professionista, che tu sia un leader o un manager, ricorda che prima di tutto sei una persona. Come tutte le persone hanno problemi e situazioni da risolvere a diversi livelli, tutto cambia in base alla nostra capacità di comprendere e trovare soluzioni. . E se attraverso un lavoro mirato di coaching, con un professionista, tu abbia compreso una nuova idea, una nuova azione da fare, un nuovo progetto, una nuova pianificazione aziendale, quanto varrebbe in termini di denaro nel corso degli anni? E se la comprensione di una “dinamica” ti evitasse enormi spese e sbagli futuri? E se capissi ciò che desideri veramente e per questo percorrere la tua strada, perchè finalmente hai compreso la tua direzione? Ciò che può sembrare un costo, ciò che rappresenta un lavoro interpersonale, è semplicemente un investimento su se stessi e su quello che vuoi realizzare. Tra filosofia e coaching è questo, sei tu, tutto ciò che non pensi di essere e tutto quello che devi ancora divenire. Una più alta concezione di se stessi è il trampolino di lancio per nuove mete, nuovi sogni, una nuova dimensione di vita. Solo se si vuole si può!

Please follow and like us: